Prima di tutto, anche questa sera vi diciamo  GRAZIE CON TUTTI NOI STESSI per l’appoggio crescente ela sempre maggiore partecipazione con cui seguite la nostra Maratona elettorale. Inutile dirlo, anche ieri abbiamo scalato le classifiche di WordPress, ma la cosa che ci fa più piacere è soprattutto il nuovo record che abbiamo raggiunto ieri: 443 contatti in una giornata, un numero davvero straordinario ed oltre ogni nostra aspettativa. Grazie, grazie e ancora grazie! Continuate così e registreremo presto nuovi record!

Dopo i convenevoli, arriviamo a ciò che ci interessa davvero: le previsioni di voto del Bradipo! Di seguito trovate le forbici di voto, i candidati che (prevediamo) avranno più preferenze e la simulazione dell’assegnazione dei seggi in Consiglio d’Istituto. Inutile dire che questi dati, basati sull’analisi dei sondaggi online e degli “approfondimenti” fatti a scuola, sono da prendere con le pinze: i risultati reali delle elezioni potranno variare dalle nostre previsioni, ma la tendenza generale dovrebbe restare quella che abbiamo individuato. Per sapere se ci avremo preso o no e chi avrà vinto queste elezioni, non dovrete aspettare per una settimana la pubblicazione dei risultati ufficiali: domani sera, in anteprima esclusiva per i nostri lettori, pubblicheremo i risultati delle elezioni rilevati in mattinata dalla Redazione. Continuate a seguirci (e a partecipare ai sondaggi): non vi deluderemo!

1) Hasta la Lista, baby
Inutile dire che la lista Hasta la Lista, baby, secondo i nostri sondaggi, è quella che registra il maggior numero di consensi. Il trend della lista, che era partita da un ottimo 60%, è in leggera decrescita e secondo le nostre previsioni si attesterà tra il 45% e il 50% dei voti, risultato così la lista rappresentativa del maggior numero di studenti. Il numero di consensi raccolti alle elezioni probabilmente sarà compreso tra i 460 e i 490 voti effettivi. Per quanto riguarda le preferenze, si potrebbe profilare un testa a testa tra Stefano Pozzi  ed Andrea Ricca. Alla luce di questi dati, è ragionevole pensare che la lista otterrà almeno 2 dei 4 seggi possibili.

2) LisTa Bacco
La LisTa Bacco aveva registrato un ottimo consenso nei sondaggi. Partita da un buon dato (25% circa), che avrebbe consentito la sicura elezione di un rappresentante, dopo un lungo testa a testa con Verri Hot ha iniziato a pedrere terreno, toccando un (poco lusinghiero) 16%. Ci sembra comunque difficile che il trend del sondaggio si coinfermi nella realtà: secondo i nostri dati, la lista si attesterà tra il 17 e il 20% dei voti, ottenendo così tra i 165 e i 195 voti. Candidato favorito resta Jacopo Zacchè, anche se, se le nostre previsioni si confermassero e le preferenze si disperdessero tra molti candidati (come suggerisce la tendenza che abbiamo rilevato), i voti raggiunti potrebbero risultare insufficienti per eleggere anche un solo rappresentante.

3) Verri Hot
Un caso tutto particolare è costituito dalla lista Verri Hot. Dopo una partenza in sordina (20%) la lista ha registrato un trend estremamente positivo, che la ha vista raggiungere il 32% dei voti nei nostri sondaggi. Se le nostre previsioni, che la fanno attestare tra il 28 e il 32%, si riveleranno esatte, la lista potrebbe ottenere tra i 300 e i 320 voti. Tuttavia c’è da registrare una tendenza: l’elettorato di qusta lista è anche quello più indeciso e meno compatto e un’eventuale mutamento di decisione da parte di una parte consistente dei sostenitori potrebbero fare scendere in modo notevole il numero di voti. Per quanto riguarda le preferenze, i voti sono concentrati su Gregory MacDonald, il cui gradimento resta in crescita. Segue, a distanza marcata, Francesco Lucchini. Le nostre analisi assegnano un seggio alla lista.

Detto questo, c’è da segnalare due variabili. La prima è l’attribuzione del quarto seggio. Le prime previsioni lo assegnavano (quasi d’ufficio) alla LisTa Bacco, ma ulteriori approfondimenti hanno reso questa opportunità molto più difficile. Si profilo quindi un testa a testa tra Hasta la Lista e Verri Hot per il conseguimento del quarto seggio, ma non escludiamo colpi di scena. La seconda variabile, infatti, riguarda il numero di indecisi, in costante crescita dalla prima rilevazione: si è passati dal 3 al 7%. Questi voti potrebbero fare la differenza perchè, se convergessero tutti su LisTa Bacco, le consentirebbero di eleggere un rappresentante; se tuttavia si ripartissero tra le tre liste rispettando i risultati del sondaggio che abbiamo realizzato, le due liste principali ne verrebbero favorite (e Hasta la Lista rimarrebbe in vantaggio).

Detto questo vi invitiamo a partecipare ancora ai sondaggi (che resteranno aperti ancora per qualche ora e ci permetteranno di svolgere ulteriori osservazioni), a leggere i messaggio di fine campagna elettorale di ogni lista e a continuare a seguire il blog: vi aspettiamo domani per i commenti a caldo e i risultati in esclusiva delle elezioni!

Annunci