Tag

, , , , , , ,

Non posso nascondere la mia delusione. Da un film come “Prometheus” e da un regista come Ridley Scott, mi sarei aspettato ben altro. Ma spieghiamo bene.
1979: Ridely Scott ci emoziona con “Alien” uno dei film che lascerà una traccia nella storia del cinema. La trama è molto semplice, ma al tempo stesso eccitante: gli astronauti della nave Nostromo, di ritorno dopo la consegna dell’ultimo carico, si imbattono in una misteriosa chiamata di soccorso. Arrivati sul pianeta da cui proviene il segnale, troveranno una nave semidistrutta, con uno strano alieno dal petto squarciato e diverse uova sul pavimento. Uno dei membri dell’equipaggio, viene attaccato da un misterioso alieno uscito dalle uova e i suoi compagni sono costretti a riportarlo sulla nave…ma le cose non saranno più come prima.
Film eccitante, ti tiene col fiato sospeso dal primo all’ultimo minuto, ma lascia diversi interrogativi come: “che cacchio era quell’alieno mezzo squartato?”, “Come sono nati gli Xenomorfi?” e tutta un’altra serie di interrogativi ai quali il film “Prometheus” avrebbe dovuto dare una risposta, essendo un prequel. E’ stata grandissima la mia delusione quando una volta uscito dal cinema mi sono ritrovato in testa più domande di prima.
La trama: un gruppo scelto di scienziati viene inviato su un misterioso pianeta dove si crede vivano gli “Ingegneri”, esseri che avrebbero creato la razza umana e che l’avrebbero aiutata a muovere i primi passi verso la civiltà. Quando arriveranno sul pianeta troveranno ben altro da quello che si aspettavano.
Il film è carino, lo ammetto. Ridley Scott dimostra veramente di essere un ottimo regista, e non avrei affatto dato un voto negativo a questo film, se non fosse per il fatto che non spiega nulla di “Alien”. Se con “Alien” Ridley Scott aveva affermato: “Nello spazio nessuno può sentirti urlare”, con “Prometheus” in sala tutti possono sentirti sbadigliare, o almeno per quanto riguarda la prima parte del film, priva di azione, a mio parere. Nella seconda invece di azione ce n’è moltissima, troppa. Non si fa in tempo a rimanere stupiti di un colpo di scena, che PAM! “Mamma mia, ma quello che ci fa lì!? E lui, non era morto…e quello lì!? No, non ci credo che abbia fatto tutto per…” e a quel punto sei sul seggiolino tremante, sperando che i colpi di scena si fermino e lascino spazio a qualche bella scena di lotta con qualche Xenomorfo….ma no, neppure quella soddisfazione ti da il film. Inoltre tutti questi colpi di scena, spiegano poco e nulla di “Alien”. Alla domanda: “Perchè c’è un alieno con la pancia aperta?” si aggiunge una nuova domanda “Perchè TUTTI quegli alieni hanno la pancia aperta? E perché l’unico alieno che doveva stare al suo posto, non c’è più?”.
Non so cosa pensare. Il film è bello, ma va guardato senza aspettarsi chissà che e senza pensare che darà risposta agli interrogativi che per anni vi siete posti. Credo sia stata una grande delusione per tutti i fan di Alien e degli Xenomorfi. Forse il buon vecchio Scott ci sta preparando solo ad un sequel, un probabile “Prometheus II”, che magari darà finalmente risposta a tutte le nostre domande.

Annunci