Tag

Cari lettori, ho purtroppo una notizia agghiacciante: da gennaio in poi è previsto lo spegnimento dei caloriferi in tutte le scuole di Lodi e dintorni, perché la nostra Provincia, assieme a tutte le altre destinate a scomparire, improvvisamente si trova senza fondi. Coincidenze? Probabilmente nessuno di loro vuole lasciare la propria sedia vuota e fredda… Il che è evidentemente assai più importante, chissenefrega se qualche migliaio di studenti sarà costretto a venire a scuola in tenuta da sci rinforzata con sette maglioni di lana pura extra scaldante e sedici maglie termiche, più tuta da palombaro, paia e paia di calzamaglie, piumino e coperta a completare questo look acclamato da Enzo e Carla, e in più saremo tutti costretti a fare la “tartaruga” come i pinguini (il che è ottimo se sei vicino ad amici e persone simpatiche e soprattutto pulite, un po’ meno se invece ti trovi fianco a fianco di qualcuno che non sopporti o che ha progettato il prossimo bagno in modo da farlo coincidere con la prossima vittoria del Milan, sigh!).La prima conseguenza sarà cambiare il nome della Redazione: da “Il Bradipo” passeremo a ” Il Tricheco”. Poi è prevista un’epidemia mai vista di raffreddoroni, febbri, tossi, catarri, influenza suina, aviaria, bovina, ovina, caprina ecc: insomma, i nostri anticorpi saranno diventati talmente potenti da impedirci di beccarci qualsiasi altra malattia per il resto della nostra vita. In compenso, i denti nostri e dei professori batteranno tutti quanti e all’unisono, creando sicuramente concerti unici e sensazionali, ma rendendo impossibile parlare. Senza dimenticare che vorrebbero lasciarci a casa una settimana in più a gennaio e finire le lezioni più tardi del solito a giugno, quando i nostri eroici maturandi dovranno sudare ben oltre le 7 solite camicie (il clima estivo aiuta) e riuscire a sdoppiarsi, perché avrebbero lezioni ed esami in contemporanea. Roba da Superman. E poi, chi se la sentirebbe di stare in classe con trentotto gradi all’ombra? Insomma, si profila un secondo quadrimestre degno di un campo di Marines. Siamo tornati nella Sparta dell’antichità! Volete un consiglio? Parlate con le vostre freddolose nonne e invitatele a coalizzarsi e ad andare a dire due parole in Provincia: il riscaldamento ci sarà. I festeggiamenti? Vin brûlé per tutti

Carla Ludovica Parisi

Annunci