Informiamo tutti voi, nostri cari lettori, che abbiamo ricevuto una querela per diffamazione con richiesta di risarcimento di oltre 7.000 €, rivolta contro la persona del Direttore del giornale, da parte di un noto movimento politico del territorio (di cui, almeno per ora, ci è vietato di rivelarvi il nome). Al Direttore nello specifico viene anche richiesto un ulteriore risarcimento di 2.500 €.

Con sconcerto e rabbia per un fatto inaudito e del tutto esagerato rispetto alle (presunte, peraltro) diffamazioni che ci vengono contestate, annunciamo la fine delle pubblicazioni de Il Bradipo.

Eventuali ulteriori dettagli sulla querela, sempre che ciò sia possibile, verranno forniti dal Direttore (che è la persona coinvolta nella vicenda dal punto di vista legale) in serata.

Da parte nostra molta amarezza, ma nessun rammarico: ciò che abbiamo fatto in passato lo rifaremmo anche oggi e non abbiamo nulla di cui pentirci. Come disse Enzo Biagi, “è meglio essere cacciati per aver detto qualche verità che restare al prezzo di certi patteggiamenti”.

Annunci